SICILIA OCCIDENTALE

L'ISOLA INFINITA

“Quanti non hanno vagheggiato almeno di conoscerla?
Pochi o nessuno; tanto è universale la fama della sua bellezza,
tanto il ricordo di essa va unito alla storia delle più diffuse civiltà”…

Così si legge nella prefazione dell’ampio volume che il Touring Club Italiano dedicò alla Sicilia nel 1933. Osservando le vecchie foto, non possiamo fare a meno di notare come i 60 anni trascorsi abbiano lasciato il segno: hanno scurito le facciate di vetusti monumenti, hanno colmato le piazze e le strade di automobili, hanno cancellato scialli neri e antiche usanze, hanno mutato il volto delle campagne. Nondimeno, sebbene la sua fama si sia offuscata, ancor oggi val la pena di conoscerla, questa Sicilia dai mille volti, povera e ricca ad un tempo, chiusa e diffidente nella sua nobile decadenza eppure tutta protesa ad inserirsi in un mondo ed in un tempo moderni, “nazione più che regione e per giunta una nazione plurale, tante sono le identità difformi” (Bufalino). “Un’isola non abbastanza isola” (Borghese) o forse “troppo isola”, mitologica e concreta, cupa e solare, magnifica e terribile.

TOUR MAP

TOUR GALLERY

facebook