NEW YORK

NOVEMBRE A NEW YORK

Viaggio a New York a Novembre

Conosciuta come l’ombelico del mondo, la Grande Mela, la città che non dorme mai, la capitale del mondo, questa è New York… e a novembre è ancora più bella.

Situata sulla costa orientale del Paese, presso la foce del fiume Hudson, è la città più popolosa degli Stati Uniti d’America, con quasi 20 milioni di abitanti nell’area metropolitana. Grazie alla sua particolare topografia è divenuta, nel corso dei secoli, un importante scalo commerciale, porta d’ingresso delle merci europee nel Nuovo Mondo, vissuto storico che l’ha portata ad essere una città cosmopolita.

New York raccoglie il meglio dell’arte, del design, dell’architettura e della musica di tutto il mondo, e si identifica polo culturale fra i più importanti del mondo occidentale, meta di un flusso turistico che probabilmente non ha eguali. Qui nascono nuove idee, nuove tendenze, nuove mode, che si propagano poi nel resto del mondo.

 

Inizia insieme a noi il tuo Viaggio a New York a Novembre:
– Viaggio a New York a Novembre cosa vedere
– Il Giorno del Ringraziamento
– Viaggio a New York a Novembre cosa serve
– Viaggio a New York a Novembre curiosità

 

Viaggio a New York a Novembre cosa vedere

New York è una città internazionale, che riunisce il meglio dell’arte, del design, dell’architettura e della musica da tutto il mondo. Da qui nascono nuove idee, nuove tendenze e nuove mode che si diffondono poi in tutto il mondo. Durante questo itinerario potrete salire in cima all’Empire State Building e godere della vista panoramica della città illuminata dallo skyline notturno e visitare Times Square, il cuore pulsante di New York.

Si visiterà Harlem, quartiere elegante la cui architettura sofisticata è visibile ancora oggi.
La sua storia inizia nel 1926 con l’arrivo degli olandesi, ma dopo il crollo del mercato immobiliare, i bianchi ricchi lasciarono l’area e furono sostituiti dalla comunità afroamericana. Negli anni Venti del XX secolo, Harlem divenne il centro di un movimento culturale nero noto come Harlem Renaissance, caratterizzato da opere d’arte come il jazz, ma le cui esibizioni erano rivolte solo ai bianchi.

Avrete anche la possibilità di visitare Liberty Island con Miss Liberty, icona e simbolo di una nazione intera, ed Ellis Island, l’isola delle lacrime, prima tappa per oltre 15 milioni di immigrati che lasciavano i loro paesi d’origine alla ricerca della felicità nel Nuovo Mondo, rimanendo qui per un lungo periodo di tempo in attesa di sapere il loro destino…

 

Il Giorno del Ringraziamento

Il Giorno del Ringraziamento è una festività che cade il quarto giovedì di Novembre di ogni anno ed è una delle festività più importanti dell’anno per gli americani.

Le origini di questa festa risalgono al 1621, quando i Padri Pellegrini si riunirono nella città di Plymouth, Massachusetts, per ringraziare il Signore per aver avuto un raccolto abbondante. Da 1863, il Ringraziamento è diventato una festa annuale, perdendo gradualmente il suo contenuto cristiano.

La Festa è anche sulla tavola, in quanto è un’opportunità per riunirsi attorno al famoso tacchino e ringraziare Dio, la vita, gli amici e i parenti per ciò che abbiamo. La tradizione vuole che la cena avvenga sempre a casa con la famiglia e gli amici, e non al ristorante. Il tacchino, preparato da ogni famiglia secondo la propria ricetta segreta, viene servito con sugo, purè di patate, patate dolci, salsa di mirtilli rossi, verdure e torta di zucca.

 

Viaggio a New York a Novembre cosa serve

L’autunno è il periodo migliore per visitare New York. Infatti, quando si avvicina l’inverno non è infrequente assistere al fenomeno dell’Indian Summer, una sorta di ritorno di fiamma dell’estate che regala temperature miti e giornate soleggiate.

Essendo uno dei periodi più gettonati dai turisti, consigliamo di prenotare i biglietti per le attrazioni e gli spettacoli con largo anticipo.

Per un viaggio a New York è necessario il passaporto in corso di validità e l’autorizzazione ESTA, salvo che abbiate visitato taluni paesi e necessitiate di un visto DS-160. Leggi il nostro programma di viaggio per conoscere tutti i dettagli.

Trovi tutti gli aggiornamento sul sito ufficiale di VIAGGIARE SICURI.

 

Viaggio a New York a Novembre curiosità

Lo sai perché si chiama Grande Mela?
Il soprannome risale agli anni Venti e si pensa derivi dal commentatore sportivo John J. Fitzgerald. Molti credono che fosse già in uso diversi anni fa, ma in ogni caso fu lui a renderlo popolare.

Il giornalista lo usò effettivamente come titolo di una rubrica sulle corse di cavalli nel New York Morning Telegraph: Notes from the Big Apple. Questo perché una volta i fantini chiamavano le corse di New York la Big Apples come il nome del primo premio assegnato ai cavalli. Da allora il termine è diventato il soprannome ufficiale della città.

Quando sarete in viaggio a New York, andate all’angolo tra la 54esima Strada e Broadway: qui Fitzgerald visse dal 1997, ed è conosciuto come Big Apple Corner.

 

Il mondo in una città!
A New York si parlano più di 200 lingue, grazie alla sua storia, alla costante immigrazione e al flusso di persone che ogni giorno animano la città. Si dice addirittura che se si contassero tutti i dialetti, si arriverebbe a 800!

Inoltre, questa metropoli ospita la più grande comunità portoricana del mondo e Chinatown, la più grande comunità cinese in Occidente.

 

Voglia d’Italia?
La prima pizzeria d’America aprì ufficialmente a New York nel 1905. Parliamo di Lombardi’s Pizza che si trovava all’angolo tra Mott Street e Spring Street, in quella che oggi è NoLIta (a nord di Little Italy) in Lower Manhattan. La pizzeria situata in 32 Spring Street è aperta ancora oggi…

 

È il momento di iniziare il tuo viaggio: si parte a Novembre 2024.

 

Programma di viaggio a New York a Novembre in breve

1° giorno, martedì 19 novembre 2024: Milano Malpensa > New York
Ritrovo dei signori partecipanti all’aeroporto di Milano Malpensa in tempo utile per l’imbarco con il volo Emirates EK 205 delle 15h40 per New York. Arrivo previsto all’aeroporto JFK alle 18h55 locali, dopo 9h15’ di volo. Ritiro dei vostri bagagli, incontro con la guida locale parlante italiano e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Cena libera e pernottamento in hotel.

2° giorno, mercoledì 20 novembre 2024: New York
Prima colazione in hotel.
Mattinata dedicata alla visita di Harlem, multietnico quartiere, famoso per la cultura soul, la cultura musicale in particolare quella gospel, legata alle funzioni religiose nelle chiese evangeliche locali. Soste all’Apollo Theater, Sugar Hill e Morningside Heighs. Partecipazione alle prove di un coro gospel.
Pomeriggio a disposizione.

3° giorno, giovedì 21 novembre 2024: New York
Prima colazione in hotel.
Mattinata dedicata alla visita panoramica dei quartieri di Lower Manhattan con il Flatiron Building, Chinatown e Little Italy. Passeggiata guidata nel quartiere degli affari, Wall Street, sosta all’Oculus di Calatrava e a Ground Zero, il memoriale dell’11 Settembre.
Pomeriggio a disposizione.
CONSIGLIAMO Liberty Island dove sorge la Statua della Libertà. Da qui si ammira la skyline di New York in tutta la sua spettacolarità. Proseguimento per Ellis Island, l’isola delle lacrime, che è stata la prima tappa per oltre quindici milioni di immigrati che partivano dalle loro terre di origine in cerca di fortuna nel Nuovo Mondo e qui sostavano, per lunghi periodi, in angosciante attesa dell’agognato verdetto di ammissione. Il dramma umano di una moltitudine multietnica è fedelmente ricostruito attraverso un percorso museale di grande impatto emotivo.

4° giorno, venerdì 22 novembre 2024: New York > Triboro
Prima colazione in hotel.
Visita dei quartieri fuori Manhattan (5 ore): Bronx, Brooklyn e Queens. Visita panoramica in bus di Bronx e Queens. Passeggiata guidata di Brooklyn nei siti della street art e dei graffiti urbani, in particolare Bushwick. Consigliamo la sosta fotografica ai piedi del famoso Ponte di Brooklyn.
Pomeriggio a disposizione.
CONSIGLIAMO Passeggiata in Central Park l’immenso polmone verde racchiuso tra l’East ed il West Upper Side, Midtown e Harlem. Nelle vicinanze di Central Park vi sono numerosi musei da poter visitare tra cui: Il celeberrimo Solomon R. Guggenheim Museum, museo di arte moderna e arte contemporanea, fondato nel 1937, con sede nella 5th Avenue/ 89th Street; grande opera architettonica di Frank Lloyd Wright del XX secolo. L’American Museum of Natural History (Museo americano di storia naturale), set del film Una notte al museo, situato nell’Upper West Side di Manhattan, sulla Central Park West, fra la settantanovesima Strada e il Central Park, può sicuramente annoverarsi fra i maggiori musei di storia naturale del mondo.

5° giorno, sabato 23 novembre 2024: New York > Milano Malpensa
Prima colazione in hotel.
Tempo a disposizione per il completamento delle visite individuali e per lo shopping.
CONSIGLIAMO La salita all’Empire State Building, edificio iconico della rivoluzione industriale statunitense degli anni ’30 del 1900. Dall’ultimo piano si gode di una vista panoramica su Manhattan.
In serata, trasferimento all’aeroporto JFK per il volo di rientro EK 206 delle 22h20 per Milano Malpensa.
Pasti e pernottamento a bordo.

6° giorno, sabato 25 novembre 2024: Milano Malpensa
Arrivo previsto a Milano per le 11h55, dopo 7h35’ di volo. Fine dei nostri servizi.

TOUR GALLERY

viaggio-a-new-york-a-novembre-panorama
viaggio-a-new-york-a-novembre-brooklyn
viaggio-a-new-york-a-novembre-manhattan
viaggio-a-new-york-a-novembre-times-square
viaggio-a-new-york-a-novembre-tramonto
viaggio-a-new-york-a-novembre-panorama
viaggio-a-new-york-a-novembre-brooklyn
viaggio-a-new-york-a-novembre-manhattan
viaggio-a-new-york-a-novembre-times-square
viaggio-a-new-york-a-novembre-tramonto
facebook