CAIRO E CROCIERA SUL NILO

LUNGO IL FIUME DELLA STORIA, ALLA SCOPERTA DELLA CITTÀ DIVINA

Egitto Crociera sul Nilo e Cairo

L’Egitto mediterraneo attira i viaggiatori con la sua storia… queste sono le radici dell’Europa e del Medio Oriente. Scopri il nostro viaggio in Egitto a dicembre, una crociera sul Nilo con visita al Cairo e immergiti nella storia dei suoi faraoni.

È conosciuto come uno dei paesi più antichi della Terra e anche uno dei primi a sperimentare la civiltà urbana. Una culla che era completamente circondata dal fiume Nilo, tanto che lo storico greco Erodoto definì il paese “il dono del Nilo”. Mostrò che la maggior parte del suo territorio è desertico, mentre solo la valle del Nilo e il delta del grande fiume sono ricchi di terra e di possibili insediamenti umani.

Antiche terre circondate da sabbie, ricchi di reperti e siti antichi di secoli che ci mostrano la grandezza delle antiche popolazioni.

Parti con noi per questo viaggio in Egitto a dicembre, con focus sul Cairo e i suoi musei e la navigazione in crociera del fiume Nilo.

 

Inizia insieme a noi il tuo viaggio in Egitto a dicembre:

– Viaggio in Egitto a dicembre cosa vedere
– Crociera sul Nilo e Cairo cosa serve
– Viaggio in Egitto: le Piramidi
– Dal Nilo al Cairo
– Viaggio in Egitto curiosità

 

Viaggio in Egitto a dicembre cosa vedere

Il suo nome attuale deriva dall’antica Grecia e significa “Casa di Ptah”, il dio egiziano di Menfi. Il nome antico, invece, significa “Due paesi”, a ricordo dello sviluppo della sua civiltà sulle due sponde del Nilo. Sono tanti i luoghi che l’hanno resa iconica nell’immaginario collettivo, e tutti sono legati a popoli antichi. Faraoni e divinità antiche, geroglifici e templi scavati nella roccia.

E sarete immersi in questo mondo dal momento in cui atterrerete.

La Valle dei Re è da non perdere, in quanto patrimonio dell’umanità dal 1979. È uno dei luoghi più famosi d’Egitto e contiene le tombe dei re Tutankhamon e Ramses II, faraoni del Nuovo Regno. Si tratta di una valle scavata nella roccia a due passi dalla città di Luxor, che ancora oggi protegge e testimonia il suo glorioso passato.

Ma l’Egitto è pieno di siti archeologici. Abu Simbel ha sicuramente i suoi vantaggi. Scoperto nel 1813, il complesso archeologico è costituito da due enormi templi rupestri in pietra ed è quasi completamente ricoperto dalla sabbia. I templi furono costruiti dal faraone Ramses II e le imponenti statue all’esterno del tempio proteggevano l’impero egiziano dalle tribù del sud.

La capitale dell’Egitto e della sua storia millenaria è il Cairo. Il suo nome deriva dall’espressione araba al-Qahira, che significa “soggiogatrice”.

Situata sulle sponde del Nilo, è da sempre meta turistica sia del centro cittadino che della periferia per le sue vestigia passate. Nel sito archeologico di Giza, una ventina di chilometri a sud-ovest del Cairo, le piramidi dei faraoni egiziani sono ancora intatte.

Sono considerate una delle Sette Meraviglie del mondo antico e l’unica ancora visibile. Anche la Grande Sfinge è a pochi passi di distanza. Tuttavia, il centro della città ha una storia islamica. Palazzi, moschee, minareti e monumenti fanno parte del cosiddetto “Cairo islamico”, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Crociera sul Nilo e Cairo: cosa serve

Per questo viaggio in Egitto a dicembre è richiesto il passaporto con validità di almeno sei mesi. In alternativa, si può utilizzare la carta d’identità valida per i viaggi all’estero con più di sei mesi rimanenti. Per ottenere il visto è necessario allegare alla carta d’identità al momento dell’arrivo due fotografie formato tessera.

Per entrare nel Paese è necessario il visto turistico, che si ottiene all’arrivo alla frontiera.

Controlla il sito ufficiale di VIAGGIARE SICURI per gli ultimi aggiornamenti.

 

Viaggio in Egitto: le piramidi

Le piramidi rappresentano il fascino immortale dell’Egitto. Costruite 4.500 anni fa per restituire l’eternità ai grandi faraoni, sono ancora oggi simboli di civiltà, esempio unico di progresso tecnologico e architettonico al servizio del culto delle dinastie reali.
Secondo le credenze dell’epoca, il passaggio all’aldilà avrebbe elevato i faraoni allo status di dei.

Ecco perché templi e tombe piramidali e ricchissimi tesori sepolcrali rappresentavano l’attrezzatura necessaria per soddisfare tutte le esigenze del sovrano durante il suo regno ultraterreno. Ogni piramide è solo una parte di un complesso che comprende un palazzo, templi e bacini per battelli solari.

Il primo progetto fu la Piramide di Giza nel 2550 a.C., opera del faraone Khufu. Oggi, la sua Grande Piramide è la più grande delle piramidi di Giza e domina la vista da quasi 150 metri sopra la pianura. Per costruirlo furono utilizzate circa 2,3 milioni di pietre del peso compreso tra 2,5 e 15 tonnellate.

La dinastia di Cheope continuò la tradizione delle piramidi e suo figlio, il faraone Chefren, costruì un’altra piramide sempre a Giza. La sua tomba superava in grandezza quella di suo padre. Infatti aggiunse alla piramide anche una sfinge, un misterioso monumento in pietra calcarea con il corpo di leone e la testa di faraone.

L’ipotesi più accreditata è che la Sfinge fosse la guardiana del complesso sepolcrale.
La terza piramide di Giza è la meno importante, ma è il tempio con il tempio funerario più elaborato.

 

Dal Nilo al Cairo

L’esperienza della crociera sul Nilo è il cuore di questo viaggio e poiché la maggior parte dei giorni vengono trascorsi sul motoscafo è importante che il livello della motonave sia adeguato.

Prima di tornare a proporre la crociera sul Nilo, abbiamo verificato personalmente lo stato dei servizi offerti attraverso visite mirate.

La gamma di navi è molto ampia e si comincia con prezzi molto bassi che riflettono un servizio deludente. La nostra selezione di barche a motore vuole essere l’ambiente perfetto per rendere piacevole anche il vostro soggiorno.

Prevista anche una sosta al Cairo, dove si visiteranno le piramidi e il nuovo Museo Egizio. Un gioiello che completerà la vostra esperienza, trasportandovi nelle atmosfere dell’antico Egitto, tra le grandi dinastie di faraoni.

 

Viaggio in Egitto curiosità

A proposito di piramidi…
Gli egiziani costruirono queste imponenti strutture ispirate ai raggi del sole. Inoltre, credevano che la mummificazione preservasse l’accesso garantito dei morti all’aldilà.

La mummificazione prevedeva due fasi: l’imbalsamazione del corpo, l’avvolgimento e la sepoltura del corpo. Infine, gli organi dei defunti erano conservati in numerosi vasi coperti, ciascuno dei quali rappresentava una divinità. Contrariamente alla credenza popolare, le piramidi non furono costruite dagli schiavi!

Piuttosto, erano veri lavoratori che ricevevano un salario e godevano di un certo rispetto. Infatti, quando morivano, i loro corpi venivano sepolti in tombe cimiteriali accanto alle piramidi dei faraoni.

 

Antiche tradizioni: prendersi cura del proprio corpo
Le donne e gli uomini egiziani usavano il trucco per proteggersi dai raggi del sole, ma anche perché credevano che il trucco guarisse e che curasse le malattie.

Si trattava quindi di un vero e proprio rituale, perché il colore del trucco era associato agli dei. Spesso veniva utilizzato anche il latte d’asina, soprattutto per preservare la giovinezza.

 

La gamba sinistra di ogni statua è in avanti

Ammirando attentamente le statue durante il tour in Egitto, noterai che la gamba sinistra è in avanti rispetto alla destra. Il lato sinistro era infatti associato alla vita e alla posizione del cuore nel corpo.

Non è un caso che quando i nemici attaccarono i templi dell’Egitto, distrussero il piede e la gamba sinistra delle statue, cosa che distrusse simbolicamente la vita del faraone, condannato all’oblio eterno.

 

È il momento di iniziare il tuo viaggio sulla via di un’antica civiltà: parti con noi a Dicembre 2024.

MAPPA DEL VIAGGIO

viaggio-in-egitto-mappa

 

Programma di viaggio in breve

1° giorno, lunedì 9 dicembre 2024: Milano Malpensa > Luxor
Ritrovo dei signori partecipanti all’aeroporto di Milano Malpensa, disbrigo delle formalità d’imbarco e doganali e partenza con volo Air Cairo SM2804 delle 14h00 per Luxor. Arrivo all’aeroporto di Luxor previsto per le 19h00 dopo 4h di volo, incontro con l’assistente, disbrigo delle formalità di sbarco e doganali e trasferimento a bordo della motonave.
Check-in, sistemazione nelle cabine riservate e cena in motonave.

2° giorno, martedì 10 dicembre 2024: Luxor > Esna > Edfu
Pensione completa. Pasti a bordo.
Di buon mattino partenza per la visita della sponda destra del fiume Nilo con i Templi di Karnak e Luxor. Proseguimento verso la sponda sinistra del fiume e visita alla necropoli di Tebe con la Valle dei Re, il Templio di Hashepsut e i colossi di Memnon.
Rientro a bordo della motonave per il pranzo. Pomeriggio dedicato al relax durante la navigazione verso Esna, passando dalla chiusa, fino ad Edfu. Cena a bordo.

3° giorno, mercoledì 11 dicembre 2024: Edfu > Kom Ombo > Aswan
Pensione completa. Pasti a bordo.
Al mattino visita del Tempio di Horus a Edfu. Al termine rientro a bordo e proseguimento della navigazione verso Kom Ombo. Pranzo a bordo. Arrivo a Kom Ombo nel pomeriggio e visita del tempio dedicato a due divinità, il dio coccodrillo Sobek e il dio Haroeris. Rientro a bordo e proseguimento della navigazione verso Aswan.
Serata a tema con possibilità di indossare la galabeya, tipica tunica locale.

4° giorno, giovedì 12 dicembre 2024: Aswan > Abu Simbel > Aswan
La sequenza delle visite, soprattutto del 4° e 5° giorno, è da ritenersi orientativa e potrà subire variazioni in dipendenza dal programma di navigazione, dagli effettivi operativi dei voli e dalle temperature. Il programma vi verrà indicato diret-tamente in loco dalla vostra guida. I pranzi verranno previsti in motonave o con cestino da viaggio.

Pensione completa.
Di primissima mattina sbarco dalla motonave, partenza via terra per Abu Simbel (280 km, 4h) e visita dei suoi templi: il Grande Templio dedicato al faraone e il Templio di Nefertari, sua sposa. Rientro ad Aswan (280 km, 4h).
Nel pomeriggio escursione in feluca sul Nilo, la tipica imbarcazione a vela egiziana.
Rientro a bordo della motonave e cena.

5° giorno, venerdì 13 dicembre 2024: Aswan > Il Cairo
Pensione completa.
Mattina dedicata alla visita della grande e vecchia diga e del tempio di Philae situato su un’isola e raggiungibile con pic-cole imbarcazioni.
Facoltativo: Visita al villaggio nubiano € 40 a persona (da confermare e pagare in loco).
Al termine trasferimento all’aeroporto di Aswan in tempo utile per il volo Air Cairo SM134 delle 16h00 per Il Cairo. Arrivo previsto alle 17h20 dopo 1h20’ di volo, incontro con l’assistente, discesa in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

6° giorno, sabato 14 dicembre 2024: Il Cairo
Pensione completa. Prima colazione e cena in hotel, pranzo in corso d’escursione.
Al mattino partenza verso la piana di Giza con le tre piramidi (esterni) dei Faraoni Cheope, Chefren e Micerino e la Sfinge. La visita proseguirà nel pomeriggio con la visita a Memphis e Saqqara. Rientro in hotel e cena.
Facoltativo: Escursione Cairo by night € 30 a persona (da confermare e pagare in loco).

7° giorno, domenica 15 dicembre 2024: Il Cairo
Pensione completa. Prima colazione e cena in hotel, pranzo in corso d’escursione.
Mattina dedicata alla visita del Museo Egizio che raccoglie la più ricca collezione di reperti egizi e greco-romani al mondo. Nel pomeriggio visita della parte musulmana della città con la moschea di Mohamed Ali e passeggiata al Bazaar di Khan el Khalili.
Rientro in hotel e cena.

8° giorno, lunedì 16 dicembre 2024: Il Cairo > Milano Malpensa
Prima colazione.
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo Air Cairo SM2803 per Milano Malpensa delle 12h00. Arrivo previsto alle ore 15h00 dopo 4h di volo.

TOUR GALLERY

viaggio-in-egitto-abu-simbel
viaggio-in-egitto-luxor
viaggio-in-egitto-feluca
viaggio-in-egitto-aswan
viaggio-in-egitto-piramidi-giza
viaggio-in-egitto-abu-simbel
viaggio-in-egitto-luxor
viaggio-in-egitto-feluca
viaggio-in-egitto-aswan
viaggio-in-egitto-piramidi-giza
facebook