MAROCCO

IL DESERTO E LE MONTAGNE DELL'ATLANTE

Viaggio in Marocco ad aprile

Nella parte più occidentale del continente africano, con un occhio sempre rivolto verso l’Europa, c’è un Paese dove si può ancora vivere una magia da mille e una notte: il Marocco. È un’attrazione magnetica quella che spinge i viaggiatori a scoprire la terra del deserto, dove i profumi intensi delle spezie inebriano l’aria e i contrasti cromatici dominano l’orizzonte.

Dobbiamo fare un salto indietro, più precisamente nell’8000 a.C., quando il Marocco era molto più verde e disponeva di molta più acqua: elementi fondamentali per il sostentamento dei Berberi, popolo indigeno dedito all’agricoltura e alla pastorizia. L’arrivo degli Arabi, che hanno contribuito all’aspetto attuale del Paese, coincise anche con la desertificazione.
Durante un viaggio in Marocco, attraverserete i colori delle dune in contrasto con le creste montane dell’Atlante, vedrete i berberi sopravvissuti alla modernità e uomini d’affari, mescolarsi nella medina di Marrakech.

 

Inizia insieme a noi il tuo viaggio in Marocco:
– Viaggio in Marocco cosa vedere
– Natura in Marocco
– Viaggio in Marocco cosa serve
– Viaggio in Marocco costo
– Viaggio in Marocco consigli

 

Viaggio in Marocco cosa vedere

Nessun viaggio in Marocco può definirsi completo senza aver trascorso qualche ora nella medina di Marrakech. All’apparenza caotico, l’antico quartiere della città è in realtà costruito secondo un rigido schema territoriale diviso tra laboratori, suddivisi a loro volta in souk, e aree residenziali.
Il centro della medina è Jema el-Fna, la piazza attorno alla quale si sviluppa la città vecchia. Il suo aspetto cambia nel corso della giornata: di mattina e pomeriggio ospita il mercato all’aperto, con bancarelle di stoffe, datteri, spremute d’arancia, uova di struzzo. A fianco, gli artigiani tradizionali: dai decoratori con l’henné ai cavadenti, dagli indovini agli acrobati, dai suonatori di piazza agli incantatori di serpenti. Quando poi scende la sera, vengono disposte tavole e panche per cenare con couscous e tajine, allietati da musicanti gnaoua e cantastorie.

Con il nostro viaggio in Marocco proverete anche l’esperienza della cena in riad. Le antiche case tradizionali delle classi abbienti, oggi trasformate in strutture ricettive. L’aspetto dal fuori è modesto, nella tradizione araba, secondo la quale il fasto andava conservato fra le mura domestiche. Oltre l’ingresso si aprono giardini interni e cortili, decorati da fontane e alberi di agrumi.

 

Natura in Marocco ad aprile 

Prima di avventurarsi nella terra del deserto, il nostro viaggio si addentra nella valle del fiume Todra, caratterizzata dalla presenza di spettacolari gole. Da qui si proseguirà a bordo di veicoli 4×4, in direzione dell’Erg Chebbi, le più famose dune di sabbia portata dai venti sahariani. La loro particolarità è il colore cangiante, a seconda della luce. Rosa all’alba e rosso carico al tramonto. Osservare il deserto che si trasforma è un’emozione che ci si porta nel cuore!

Quando poi cala il sole, si accendono le stelle. Tante, troppe, per noi cittadini moderni, abituati ai cieli iper luminosi di città. Per i più solerti, l’alba riserverà un’altra sorpresa: l’aria fredda che vi riempie i polmoni e le sinuose curve che si svegliano, da immortalare lontano dal caos del mondo.

Dal deserto diretti ai monti e poi fino alle coste dell’Oceano. Con la natura attorno che cambia di continuo, si prosegue verso quelli che sono considerati gli Appennini marocchini: l’Atlante, la catena montuosa che divide a metà il Paese. I villaggi berberi si affacciano dai palmeti e sono il luogo ideale per avvicinarsi alla loro cultura. Come dice un famoso cartello stradale all’uscita di Zagora: “la città si trova a 52 giorni di cammello da Timbuctù”, la mitica città dei Tuareg.

Alzando un po’ lo sguardo, lo spettacolo continua. Picchi altissimi catturano l’attenzione dei viaggiatori. È il Toukbal, che con i suoi 4,167 m detiene il record di montagna più alta di tutto il nord Africa.

Da qui in poi, si può solo scendere fino alle onde.

 

Viaggio in Marocco cosa serve

I cittadini italiani possono viaggiare per turismo in Marocco. È solamente necessario il passaporto in corso di validità.
Controlla il sito ufficiale di VIAGGIARE SICURI per gli ultimi aggiornamenti.

 

Viaggio in Marocco ad aprile: costo

Solo tre ore di aereo ci separano da un altro continente. Con i collegamenti di linea diretti da Milano, Casablanca è più vicina che mai. Se raggiungerlo è facile, scegliere l’itinerario perfetto non lo è. Città d’arte, mare, deserto ed esperienze culturali… il Marocco offre tanto, ma obbliga a delle scelte, con i suoi oltre 710.000 km²!

Il Marocco è un paese multiculturale, specialmente nelle grandi città non è infrequente trovare anche persone che parlino italiano. Ma se ti vuoi godere il paese più autentico, dovrai lasciare il comfort del tuo hotel a Marrakech. Più ci si allontana dai bazar turistici, dagli approdi delle crociere, più si incontra il Marocco vero… dove nessuno parlerà la tua lingua. Avere con te una guida esperta in italiano ti permetterà di incontrare (e capire!) una cultura diversa e affascinante e districarti nel fitto labirinto di stradine della medina!

Il Marocco è il Paese dell’artigianato. Pelletteria, argento e pietre dure, olio di rosa e il famoso olio di argan. Non dimenticare di considerare un certo budget per lo shopping e, soprattutto, di contrattare!

 

Viaggio in Marocco ad aprile: consigli

Eclettico Paese dalla spiccata atmosfera internazionale, il Marocco offre un ricco panorama di catene montuose, terre desertiche, gole fluviali e un clima vario quanto la sua flora e fauna.
La primavera ci permette di beneficiare di piacevoli giornate miti e soleggiate: la campagna si trasforma in una colorata coperta di fiori, mentre sulle cime delle montagne si scorge ancora la neve. È il momento ideale per visitare il Paese, evitando così il torrido caldo estivo.

Preparate la valigia in modo strategico: la primavera in città fa salire le temperature fino ai 20°C, ma nel deserto i venti sono freschi ed è meglio avere con sé un maglione o una giacca leggera.
Benché sia un paese musulmano, è anche abituato ai turisti da tutto il mondo. Da nessuna parte vi verrà chiesto un abbigliamento particolare, se non nei luoghi di culto.

 

È il momento di iniziare il tuo viaggio: si parte ad aprile 2024.

MAPPA DEL VIAGGIO

 

Programma di viaggio in breve

1° giorno, martedì 23 aprile 2024: Milano > Marrakech
Ritrovo all’aeroporto di Milano Malpensa e partenza per Marrakech, via Casablanca.

2° giorno, mercoledì 24 aprile 2024: Marrakech
Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita guidata della Medina, con cena in riad.

3° giorno, giovedì 25 aprile 2024: Marrakech > Ait Ben Haddou > Ouarzazate > Boumalne
Pensione completa. Partenza in bus per Ouarzazate, con sosta alla kasbah di Ait Ben Haddou. Visita degli studi cinematografici Atlas e della kasbah di Ouarzazate.

4° giorno, venerdì 26 aprile 2024: Boumalne > Gole di Todra > Merzouga > Erg Chebbi
Pensione completa. Lungo la via delle mille Kasbah, arrivo a Merzouga, trasbordo sui veicoli 4×4 e partenza per il campo tendato.

5° giorno, sabato 27 aprile 2024: Erg Chebbi > Merzouga > Oulad Abdelhalim > Alnif > Zagora
Pensione completa. Alba dalle dune di sabbia e rientro a Merzouga. Partenza in bus per Zagora, con soste al ksar Oulad Abdelhalim e ad Alnif.

6° giorno, domenica 28 aprile 2024: Zagora > Tamegroute > Tata > Tafraout
Pensione completa. Giornata dedicata alla scoperta del villaggio di Tamegroute e dell’oasi berbera di Tata.

7° giorno, lunedì 29 aprile 2024: Tafraout > Taroudant > Agadir
Pensione completa. Partenza verso il nord, in direzione Taroudant. Proseguimento per Agadir e sistemazione in hotel fronte mare.

8° giorno, martedì 30 aprile 2024: Agadir > Essaouira
Pensione completa. Partenza per Essaouira e qui visita della città.

9° giorno, mercoledì 1° maggio 2024: Essaouira > Marrakech
Pensione completa. Partenza per Marrakech e pomeriggio a disposizione.

10° giorno, giovedì 2 maggio 2024: Marrakech > Milano
Prima colazione. Rientro a Milano Malpensa, via Casablanca. Fine dei nostri servizi.

TOUR GALLERY

viaggio-marocco-medina
viaggio-marocco-deserto-merzouga
viaggio-marocco-ouarzazate-ait-ben-haddou
viaggio-marocco-riad
viaggio-marocco-marrakech-piazza
viaggio-marocco-medina
viaggio-marocco-deserto-merzouga
viaggio-marocco-ouarzazate-ait-ben-haddou
viaggio-marocco-riad
viaggio-marocco-marrakech-piazza
facebook