SPAGNA DEL NORD

QUI GIACE JACOBUS, FIGLIO DI ZEBEDEO E SALOMÈ

Viaggio in Spagna del Nord

Dopo l’ascesa di Gesù al cielo, San Giacomo il Maggiore, iniziò la sua opera di evangelizzazione spingendosi fino in Galizia, remota regione di cultura celtica all’estremo ovest della penisola iberica. Tornato in Palestina, Giacomo fu decapitato, e i suoi discepoli, guidati da un angelo, ne trasportarono il corpo nuovamente in Galizia.

Della tomba dell’apostolo si persero tracce e memoria fino al 813, quando un eremita guidato da luci simili a stelle scoprì una tomba d’epoca romana che conteneva tre corpi, uno dei quali con la testa mozzata e la scritta “Qui giace Jacobus, figlio di Zebedeo e Salomé”.

Il Campus Stellæ diventa così fin dal Medioevo luogo di grande devozione, e il lungo percorso che i pellegrini intraprendono attraverso la Francia e la Spagna per giungervi diventa noto come Cammino di Santiago.

 

Inizia insieme a noi il tuo viaggio in Spagna del Nord:
– Il Cammino di Santiago
– La patria del Futurismo
– Viaggio in Spagna del Nord cosa serve

– Viaggio in Spagna del Nord curiosità

 

Il Cammino di Santiago 

Tra le mete storiche dei pellegrinaggi cristiani, Santiago de Compostela rientra tra i più significativi.

È la tappa finale di un lungo percorso che attraversa la Francia e la Spagna, fino a arrivare alle coste spagnole affacciate sull’Oceano Atlantico: il ben noto Cammino di Santiago. La meta ultima è proprio la città dove si racconta si trovi la tomba dell’apostolo Giacomo il Maggiore.

Nel luogo dove il vescovo Teodomiro scoprì la tomba, il re Alfonso II il Casto ordinò la costruzione di un tempio, dove monaci benedettini vi si stabilirono nel 893. Fu però solo alla fine del XI secolo che la città si trasformò in luogo stabile di culto e pellegrinaggio.
Curiosità: Lo sapevi che in realtà, per i pellegrini, il Cammino non finisce a Santiago ma a Finisterre? Proprio come ricorda il nome, questa enorme roccia granitica unito alla terra da una lingua di sabbia è uno dei punti più occidentali della Spagna e anticamente era conosciuto come il confine della Terra.

Oggi spesso i pellegrini decidono di prolungare il Cammino di Santiago per un altro centinaio di chilometri fino a Finisterre per un bagno di purificazione nell’oceano, per bruciare sulla spiaggia un indumento indossato durante il pellegrinaggio o per raccogliere una delle conchiglie, simbolo e prova del cammino.

 

La patria del Futurismo 

«L’acciaio che avrei dovuto usare all’inizio non emanava nulla alla luce di quella regione. (…) Ma per caso abbiamo scoperto che il titanio è molto adatto a questo tipo di luce»

Sono le parole dell’architetto Frank O. Gehry, ideatore del Museo di Guggenheim a Bilbao. Uno dei maggiori esempi europei di arte e architettura contemporanea, il museo ha rivoluzionato non solo l’arte ma la città intera, attirando a sé milioni di visitatori, tant’è che si parla di “effetto Bilbao”, noto anche come “effetto Guggenheim”.

Lo sapevi che nei primi tre anni di apertura il museo è stato visitato da quasi 4 milioni di persone? L’avvento del Futurismo non si limita soltanto al Guggenheim. Passeggiando per la città infatti sono frequenti gli edifici dalla forma stravagante che sembrano usciti da un film di fantascienza ambientato nel futuro.

Eppure Bilbao non dimentica la sua parte più antica, coniugando a quest’anima futurista una più tradizionale, ancora presente nel quartiere di casco viejo dove troneggia la Cattedrale dedicata al Patrono della città.

 

Viaggio in Spagna del Nord cosa serve

Oggi, i cittadini italiani possono viaggiare in Spagna per turismo. È necessaria la carta d’identità in corso di validità e valida per l’espatrio.
Controlla il sito ufficiale di VIAGGIARE SICURI per gli ultimi aggiornamenti.

 

Viaggio in Spagna del Nord curiosità

Non solo paella! 

La cucina delle regioni settentrionali della Spagna è famosa principalmente per le sue pietanze di pesce, grazie alla vicinanza con l’Oceano Atlantico.

A Bilbao, nei Paesi Baschi, per esempio tra i piatti più conosciuti ci sono i pintxos, mix di stuzzichini a base di pesce come baccalà, merluzzo, tonno e calamaretti. A Santiago de Compostela invece tra le pietanze tipiche abbiamo il pulpo a la gallega, polpo bollito condito con olio e spezie e la Tarta de Santiago, una torta a base di mandole decorata con zucchero filato.

Arratsalde on… Buonasera! 

Rispetto al resto della Spagna, le regioni a Nord hanno una storia e una tradizione tutta loro. Sfuggite nei secoli alla conquista araba e romana che ha caratterizzato invece tutto il sud, hanno mantenuto tradizioni più antiche, non solo riguardanti le feste e le usanze, ma anche le lingue parlate.

Un esempio? I Paesi Baschi non solo sono una regione autonoma spagnola, ma hanno anche una lingua locale unica.
Qui oltre allo spagnolo esiste una lingua, definita “isolata”,  che non è imparentata con nessun altra lingua moderna: il basco, o euskera. Non solo viene parlato, ma viene ancora insegnato nelle scuole e è considerato lingua ufficiale.

Quindi non preoccuparti se passeggiando tra le vie delle città sentirati “Arratsalde on”, ti stanno solo dicendo…Buonasera!

 

È il momento di iniziare il tuo viaggio: si parte a Giugno 2024.

MAPPA DEL VIAGGIO

 

Programma di viaggio in Spagna del Nord in breve

1° giorno, giovedì 20 giugno 2024: Bergamo Orio al Serio > Vitoria > Burgos
Ritrovo dei signori partecipanti a Bergamo Orio al Serio in tempo utile per il volo Ryanair delle 15h10 per Vitoria. Arrivo previsto alle 17h15, incontro con il bus e partenza per Burgos, discesa in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° giorno, venerdì 21 giugno 2024: Burgos > León
Mezza pensione. Pranzo libero. Incontro con la guida locale e mattinata dedicata alla visita guidata del centro storico di Burgos con la sua Cattedrale. A seguire partenza per León e visita della città. Trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

3° giorno, sabato 22 giugno 2024: León > Astorga > Santiago de Compostela
Mezza pensione. Pranzo libero. Partenza per Astorga e visita della città. Successiva partenza alla volta di Santiago de Compostela. Arrivo nel tardo pomeriggio e sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena in hotel e pernottamento.

4° giorno, domenica 23 giugno 2024: Santiago de Compostela > Finisterre > Santiago de Compostela
Mezza pensione. Pranzo libero. Mattinata dedicata alla visita guidata di Santiago de Compostela con la sua Cattedrale. Nel pomeriggio, partenza per Finisterre, un tempo considerato il confine occidentale del mondo conosciuto e ora punto d’arrivo estremo per i pellegrini che intraprendono il Cammino di Santiago. Rientro a Santiago.

5° giorno, lunedì 24 giugno 2024: Santiago de Compostela > La Coruña > Oviedo
Mezza pensione. Pranzo libero. Partenza per La Coruña e visita della città con il Castello di San Anton. Nel pomeriggio trasferimento a Oviedo. Discesa in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

6° giorno, martedì 25 giugno 2024: Oviedo > Santillana del Mar > Santander
Mezza pensione. Pranzo libero. Mattinata dedicata alla visita guidata della città. Nel pomeriggio partenza alla volta del borgo di Santillana del Mar e visita guidata, per poi proseguire fino a Santander. Sistemazione nelle camere riservate in hotel, cena e pernottamento.

7° giorno, mercoledì 26 giugno 2024: Santander > Bilbao
Mezza pensione. Pranzo libero. Mattinata dedicata alla visita panoramica della città con la penisola della Magdalena (solo esterni) e del Centro Botìn (solo esterni), centro che fu opera di Renzo Piano. Pranzo libero e trasferimento a Bilbao, lungo il tragitto sosta al villaggio di Portugalete per ammirare il ponte di Biskaya. Proseguimento verso il centro città e continuazione della visita della città. Al termine, discesa in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento

8° giorno, giovedì 27 giugno 2024: Bilbao > Vitoria > Bergamo Orio al Serio
Prima colazione in hotel. Mattina dedicata alla visita del Guggenheim Museum e tempo libero per il completamento delle visite individuali. Pranzo libero e al termine trasferimento in tempo utile in aeroporto a Vitoria per il volo Ryanair FR3395 delle 17h40 diretto a Bergamo. Arrivo previsto alle 19h30. Fine dei nostri servizi.

TOUR GALLERY

viaggio-spagna-bilbao
viaggio-spagna-burgos
viaggio-spagna-del-nord-santander-palacio-de-la-magdalena
viaggio-spagna-del-nord-vitoria-gasteiz
viaggio-spagna-santiago-de-compostela1
viaggio-spagna-bilbao
viaggio-spagna-burgos
viaggio-spagna-del-nord-santander-palacio-de-la-magdalena
viaggio-spagna-del-nord-vitoria-gasteiz
viaggio-spagna-santiago-de-compostela1
facebook