MAROCCO

DALL’ATLANTE ALL’ATLANTICO

Un viaggio nel Marocco atlantico, dove il colore della terra del deserto accende un arcobaleno di tonalità rosa, rosse e ocra sulle mura che avvolgono le kasba. Ait Benhaddou e Agadir si stagliano in un meraviglioso contrasto cromatico, su un cielo d’un puro celeste. Alle spalle, la corona delle vette dell’Atlante, bianche di neve in inverno e chiazzate di verde nel corso dell’anno. Dentro le città l’iride di colori s’arricchisce di profumi; il giallo punge di curcuma e il verde di menta intensa, nei rossi si spande l’aria secca del deserto. Negli azzurri il fresco dell’acqua delle fontane si riflette sulle maioliche. Nei bruni stagna l’aroma dolce dei legni di cedro, della corteccia di cannella e dei datteri, i grigi. E i neri profumano del sapido fumo della carne che cuoce sulle griglie.

 

Marrakech. Fondata da Yusuf ibn Tashfin, dopo aver conquistato il nord del Marocco occupò anche al-Andalus, all’inizio della dinastia almoravide, fra il 1062 ed il 1070. Yaqub al-Mansur, il terzo discendente della dinastia almohade, salito al trono nel 1184, arricchì la città di opere importanti: la nuova kasba e l’imponente moschea della Kutubiyya. La sua corte fu frequentata da poeti e filosofi fra i quali Ibn Rushd, noto in occidente come Averroè. All’inizio del XVI secolo la città passò alla dinastia dei Saaditi, sotto i quali furono costruiti il palazzo al-Badi e i grandi mausolei delle tombe dinastiche.

Il centro vitale di Marrakech è Jema el-Fna, la piazza attorno alla quale si sviluppa la città vecchia. Qui affacciano la moschea Kutubiyya e il celebre minareto. L’aspetto di piazza Jema al-Fna cambia durante la giornata, di mattina e pomeriggio vi si svolge un vasto mercato all’aperto, con bancarelle di stoffe, datteri, spremute d’arancia, uova di struzzo… e attività artigiane di ogni tipo, dai decoratori con l’henné ai cavadenti, dagli indovini agli acrobati, dai suonatori di piazza agli incantatori di serpenti. Quando poi cala la sera, subentrano tavole e panche per cenare con couscous e tajine, allietati da musicanti gnaoua e cantastorie.

 

Quali documenti ti servono per un viaggio in Marocco atlantico?
I cittadini italiani possono viaggiare per turismo in Marocco.
Si richiede il Green Pass da ciclo vaccinale.
Controlla il sito ufficiale di VIAGGIARE SICURI per gli ultimi aggiornamenti.

TOUR MAP

TOUR GALLERY

viaggio-marocco-marrakech-piazza
viaggio-marocco-deserto-merzouga
viaggio-marocco-fes
viaggio-marocco-casablanca-moschea
viaggio-marocco-ouarzazate-ai-ben-haddou
viaggio-marocco-marrakech-piazza
viaggio-marocco-deserto-merzouga
viaggio-marocco-fes
viaggio-marocco-casablanca-moschea
viaggio-marocco-ouarzazate-ai-ben-haddou
facebook