VIAGGIO IN INDIA DEL NORD: RAJASTHAN

Icon Aprile 22, 2024
Icon By admin
Icon 0 comments

Viaggio in India del nord: il Rajasthan

Tra le foreste dei monti Aravalli e l’Indo, nel deserto di Thar, maragià di stati e staterelli in perpetua lotta fra loro costruirono poderose fortezze mimetizzate tra i colori del deserto a difesa dei loro regni, sfarzosi palazzi a gloria delle loro famiglie e sontuosi, candidi templi alla gloria dei loro dei e fecero dipingere le loro città dei colori del cielo e della terra. Questo è il nostro tour in Rajasthan, il viaggio in India del Nord, la terra dei re.

 

Inizia insieme a noi il tuo tour in Rajasthan:
– India del nord Rajasthan: terra dei Re
– Viaggio in India del nord: trionfo di colori
– Ascetismo e non violenza
– Viaggio in India del nord: curiosità

 

India del nord Rajasthan: terra dei Re

È uno degli Stati più visitati dell’India, il Rajasthan, la terra dei raja (re), ed è sicuramente l’India che nell’immaginario comune è fatta di antichi palazzi, forti e splendide dimore.

Questa regione, al confine con il Pakistan, si differenzia da quelle del sud più verdeggianti colorandosi dei toni caldi del deserto. È abitato sin da tempi remoti dalla civiltà della Valle dell’Indo e qui ancora oggi spiccano, decorati come merletti, gli antichi palazzi e dimore dei raja.

È uno degli Stati più famosi dell’India e primo viaggio imperdibile se si vuole visitare questo sub-continente.

Immancabili in un tour del Rajasthan sono le grandi città di Delhi e Agra.

Situata sulle rive del fiume Yamuna e abitata già nel II millennio a.C., Delhi iniziò a svilupparsi all’epoca dell’Impero Maurya, intorno al 300 a.C. e da allora sette città si sono succedute nello stesso luogo. Durante la dominazione coloniale inglese non era capitale, fino a quando, nel 1911 Giorgio V annunciò che Delhi sarebbe tornata capitale, e una nuova città, Nuova Delhi, sarebbe stata costruita per assolvere questo compito. Nuova Delhi divenne capitale e sede del governo indipendente il 15 agosto 1947.

Città del Taj Mahal invece è Agra. Nello Stato del Uttar Pradesh, sulle rive del fiume Yamuna, la città è conosciuta anche come la città dell’amore eterno. Il suo monumento più importante, proprio il Taj Mahal, è uno dei simboli d’amore più conosciuti al mondo. Considerato una delle Nuove sette meraviglie del mondo, è un imponente mausoleo fatto costruire nel 1632 dall’imperatore moghul Shah Jahan in memoria della moglie preferita Arjumand Banum Begum, detta anche Mumtaz Mahal, luce del Palazzo.

Viaggio India del nord: trionfo di colori

Tra le montagne e i colori del deserto, altri colori risaltano agli occhi.
In questo tour del Rajasthan tappe fondamentali sono le città colorate di Jaipur, Jodhpur e Udaipur.

Soprannominata la città rosa per il colore delle facciate delle case costruite in arenaria rosa e cinta da mura su cui si aprono sette porte, Jaipur, è la capitale del Rajasthan. Si dice che debba il suo colore anche al fatto che la città fu dipinta di rosa per accogliere il principe del Galles, nel 1876 e che dopo quella data molto dei viali rimasero dipinti di quel colore.

Contornata da centinaia di piccoli villaggi rurali invece, la città di Jodhpur viene chiamata la città blu. Costruita a partire dal Forte Mehrangarh nel 1459, che dall’alto dominava non solo la città stessa ma anche i dintorni, viene associata al blu e alle sue sfumature per i suoi edifici nel centro storico, dipinti proprio di blu.

Alcuni dicono che venne scelto il colore blu per indicare le case dei Bramini, anticamente la casta più alta secondo il sistema induista; mentre un’altra versione è più pratica e sembrerebbe che questo colore proteggesse dalla calura estiva e tenesse lontane le zanzare.

La città più romantica del Rajasthan, Udaipur, è soprannominata anche la Venezia indiana per essere stata fondata attorno a sei laghi, il più grande dei quali, il lago Pichola, rappresenta proprio il centro della città. Fu fondata nel 1568 ed è conosciuta per i suoi palazzi dell’era Rajput, molti trasformati in alberghi di lusso, come il Palazzo del lago, che occupa per intero l’isola di Jagniwas nel lago Pichola. I marmi bianchi di questi edifici e i colori delle case del centro della città hanno contribuito all’altro soprannome della città, ovvero la città bianca.

 

Ascetismo e non-violenza

Uno degli elementi della cultura indiana che traspare da un viaggio in India è sicuramente la sfera spirituale e religiosa. L’induismo, una delle prime tre religioni al mondo, è infatti diffusissimo e parte integrante delle vite della popolazione indiana e questo è tangibile anche attraverso i templi edificati nelle città.

Uno tra i più significativi è il tempio a Pushkar dedicato al dio creatore Brahma. Secondo la tradizione, un fiore di loto cadde dalla mano del dio mentre era assorto in meditazione e dai petali del fiore sgorgò l’acqua che diede origine al lago di Pushkar. Su questo lago sorge l’unico tempio indù di tutto il mondo dedicato a Brahma. Per gli induisti che venerano Brahma, Pushkar è come la Mecca per i musulmani, da visitare in pellegrinaggio almeno una volta nella vita.

Tra le tante forme dell’induismo una di un certo rilievo è sicuramente il giainismo, diventato famoso per uno dei suoi portavoce globalmente conosciuto, Gandhi. Questa religione, basata sull’ascetismo religioso, sulle rinunce corporali e spirituali, è famoso per il principio della purezza e della “non violenza” nei confronti di qualsiasi essere vivente.

Una curiosità: lo sapevi che questa non violenza si attua anche a tavola? I giainisti, infatti, non solo sono vegetariani ma, per evitare il rischio di ingerire piccoli organismi, filtrano l’acqua, e non mangiano ortaggi come patate e carote, che crescono sottoterra per evitare di uccidere le piante strappandole dal suolo.

 

Viaggio in India del nord: curiosità

Piccante… ma salutare

Il cibo indiano, si sa, è famoso per le sue spezie e per il suo sapore piccante. Ma è anche tanto salutare, e basato, anche per la componente religiosa così forte, da una dieta principalmente vegetariana.

A volte, è vero, questi sapori spaventano un po’ un palato non abituato, ma niente paura! Basta un po’ di “allenamento” e le spezie e i sapori decisi non saranno più un problema!

 

Tradizioni tribali lungo tutta la via

Nonostante il traffico, il caos e il progresso tecnologico della globalizzazione, la vita di tutti i giorni in Rajasthan ne appare immune.

Non sarà inusuale, infatti, imbattersi lungo tutto il percorso nella “lentezza” della vita quotidiana fatta di consuetudini e pratiche tradizionali, tra pastori nomadi e donne vestite con abiti tradizionali.

 

Viaggiare in India è il tuo sogno? Leggi sul sito di viaggiare sicuri quali documenti ti servono. Oppure, scoprilo nei dettagli dei nostri viaggi:

Scopri tutti i nostri viaggi in India:

INDIA RAJASTHAN

I COLORI DEL DESERTO E DELLE CITTÀ DEI MARAGIÀ

INDIA RAJASTHAN

I COLORI DEL DESERTO E DELLE CITTÀ DEI MARAGIÀ

INDIA GUJARAT

DESERTI, TRIBÙ E SPIRITUALIÀ GIAINISTA

INDIA DEL SUD

TAMIL NADU E KERALA FRA NATURA E MISTICISMO

facebook